L’Aikikai d’Italia

La grande avventura dell’Aikido in Italia ebbe inizio sul finire degli anni 50 quando, Haru Onoda, segretaria presso l’Hombu Dojo di O’Sensei, si recò a Roma per motivi di studio.

Ivi ebbe modo di iniziare ad insegnare Aikido presso la palestra dei Monopoli di Stato con Danilo Chierchini e la collaborazione del giovane shodan Motokage Kawamukai.

Kawamukai fece da tramite presso l’Hombu Dojo sottolineando quanto potesse essere valido investire sull’Aikido in Italia.

Tada’s Legacy

La risposta arrivò nel 1964 con l’invio di Hiroshi Tada [多田 宏]Sensei, VII Dan e allievo diretto di O’Sensei.

Il Maestro Tada

Appoggiandosi ai Dojo di Judo, iniziò a fare dimostrazioni di Aikido in tutt’Italia, diffondendolo così rapidamente e gettando le basi dell’Aikikai d’Italia.

Man mano che prendeva forma l’Associazione di Cultura Tradizionale Giapponese, Tada divenne celebre per gli stage estivi di Desenzano e di Coverciano: per tre settimane, otto ore al giorno di Aikido, La Spezia è ormai da diversi anni che ospita lo stage Internazionale Estivo del M°Tada.

Dal Giappone con furore

Tada tuttavia non venne mai lasciato solo; l’Aikido italiano deve moltissimo a maestri del calibro di Nomoto, Asai, Ikeda, Masuda, Kurihara, ma, più di altri, Fujimoto ed Hosokawa sensei diedero un contributo essenziale all’Aikido nostrano.

Il Maestro Hosokawa Hideki

Dedicando anima e corpo in un susseguirsi di stage lungo tutto il territorio, hanno avvicinato e condotto ai massimi livelli un nugolo di brillanti allievi.

Purtroppo l’Aikido italiano ha subito due grosse perdite; il Maestro Hosokawa, infaticabile praticante sempre con il sorriso sulla faccia fu relegato in una sedia a rotelle nel 2004 da un ictus, mentre quest’anno abbiamo pianto la morte prematura e tragica del Maestro Fujimoto lo scorso febbraio 2012.

Questi tragici eventi hanno privato tutti i praticanti di due Maestri di vita e di simpatia.

A loro va la nostra gratitudine, il nostro affetto ed il nostro ricordo!

Gassho!

Cerimonia di consegna dell’ottavo Dan al M°Fujimoto.

L’Aikikai d’Italia venne riconosciuta dallo Stato Italiano come Associazione di Cultura Tradizionale GiapponeseEnte Morale per la Pace con il DPR n° 526 dell’8 luglio 1978

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...